Sustainable Mediterranean Construction

Sustainable Mediterranean Construction

Invito N.19

CALL n° 19 per la Rivista Scientifica SMC

ISSN edizione a stampa: 2385-1546
ISSN edizione on-line: 2420-8213
(n° 1/2024)

Sustainable Mediterranean Construction. Land Culture, Research and Technology

File Size 249 KB
Downloads 27

File Size 375 KB
Downloads 116

Numero DICIANNOVE

Introduzione al fascicolo n° 19 del 2024

Il tema dell’energia si ripropone con forza a causa di guerre e problemi ambientali. È parte dei SDG17, è contenuto nel Green Deal e viene considerato al momento uno dei problemi maggiormente difficili da investigare, poiché coinvolge tutti campi delle attività umane.

La rivista SMC ha già affrontato questo tema nei fascicoli n.14 del 2021 (Energia, Storia e Scienza), e n. 6 del 2017 (Energia verde), all’interno dei quali molti autori hanno sviluppato e descritto le relative ricerche rispetto a diverse discipline.

Il fascicolo che qui presentiamo ha tuttavia l’ambizione di offrire spazio a una tematica leggermente differente, poiché coinvolge gli aspetti sociali e comunitari della più ampia questione del rifornimento energetico per le zone antropiche, e riflette l’attuale e innovativo principio secondo il quale nessun’azione umana può essere intrapresa senza giustizia, sia rispetto al genere che alla etnia.

Nonostante il costo, la disponibilità, l’accessibilità e la capacità di utilizzare le forme di energia indispensabili ad un minimo di qualità della vita costituiscono un compendio di norme civiche di ogni nazione terrestre, tuttavia si presenta come un traguardo ancora molto difficile da raggiungere: la grande diversità tra i vari paesi e le varie popolazioni rispetto ai suddetti principi rende impossibile generare condizioni di qualità e salubrità uguali per tutti.

Tra i traguardi SD, oltre a quelli già affrontati nei fascicoli n. 11, 12, 13 e 14, che riguardavano in modo particolare il mondo delle costruzioni, sono presenti in larga misura gli obiettivi relativi agli aspetti sociali:

il n. 1 (niente povertà), il 2 (zero fame), il 3 (buona salute e benessere), il 5 (uguaglianza di genere), il 6 (acqua pulita e sanificazione), il 10 (diseguaglianze ridotte) e il 16 (pace, giustizia e forti istituzioni); in particolare, riguardo alla questione dell’indispensabilità dell’uso delle forme di energia per tutti gli esseri umani, l’obiettivo 7 è molto chiaro: “assicurare a tutti l’accesso ad un’energia che sia affidabile, sostenibile, moderna e conveniente.”

 

Il tema che dunque si propone per il n. 19 riguarda in particolare le ricerche condotte da studiosi sulla relazione che si genera tra l’energia – in tutte le sue forme e in tutte le sue fonti – e le comunità.

Pertanto, si propone di affrontare le questioni direttamente legate alle comunità energetiche in quanto strumento tecnico di risoluzione di alcuni casi di non uguaglianza di accesso all’energia, ma anche come mezzo per il risparmio di fonti fossili e di materia prima. Tuttavia, ci si prefigge il compito anche di stimolare eventuali ricercatori a presentare studi relativi agli aspetti sociali legati all’approvvigionamento e all’uso dell’energia, in virtù del fatto che tali aspetti siano da un lato generatori di comportamenti e dall’altro effetti derivati proprio dalle scelte politiche energetiche di ogni nazione.

 

Fascicolo n° 19: Comunità ed Energia, in particolare declinato in base ai seguenti sotto-temi:

 

  1. Progetto della città verso una bassa impronta ecologica
  2. Scienza e tecnologia dei materiali
  3. Fisica tecnica ambientale
  4. Costruzioni storiche
  5. Disegno industriale per tutti
  6. Scienze geologiche
  7. Scienze di architettura
  8. Metodologie di rappresentazione
  9. Scienze strutturiste
  10. Solidarietà e partecipazione

 

Tutti gli articoli inviati saranno valutati dal Comitato Editoriale e revisionati mediante processo “double peer blindly” (doppia valutazione anonima) da una compagine internazionale di esperti nei settori specifici.

La rivista è:

  • Indicizzata in SCOPUS a partire dal numero 9;
  • Inserita nella classificazione ANVUR delle Riviste Scientifiche dal 31 ottobre del 2018 (gli articoli pubblicati hanno quindi valore anche quali prodotti della VQR biennale per la ricerca);
  • Inserita nella classificazione ANVUR delle Riviste di Classe A dal 7 aprile 2020 con valore retroattivo fin dal 2016.

Le questioni principali della rivista – tecnologia delle costruzioni, scienza dei materiali, rappresentazione e rilievo, procedure costruttive e sicurezza, pianificazione urbana, trasformazione e percezione territoriale, storia dell’architettura, idraulica, impatto geologico, progetto di architettura e di ingegneria, risparmio energetico, fisica strutturale e tecnica, design per l’industria e studi giuridici – sono tutti correlati con la costruzione sostenibile nella regione mediterranea.

La rivista consente uno scambio culturale e di informazioni tra gli esperti, i professionisti, gli scienziati, gli ingegneri nella realizzazione nel campo delle loro azioni e dei loro studi. Con l’accettazione sarà comunicato agli autori il formato secondo il quale dovrà essere redatta la versione finale del contributo.

DATE IMPORTANTI DI SCADENZA PER IL FASCICOLO N° 19:

Invio dell’abstract da parte degli autori                                                                                     15 Gennaio 2024
Accettazione degli abstract da parte del Comitato Editoriale                                                 22 Gennaio 2024
Registrazione e invio dell’articolo completo da parte degli autori                                       22 Febbraio 2024
Notifica dell’accettazione (dopo il processo di revisione “double peer blind”)                         30 Aprile 2024
Invio della versione finale dell’articolo nel formato previsto per la pubblicazione                 12 Maggio 2024
Pagamento della quota di registrazione                                                                                        12 Maggio 2024
Pubblicazione prevista della Rivista                                                                                                     Giugno 2024

Gli abstract devono essere presentati mediante l’apposito modulo online che si trova sulla piattaforma SMC seguendo questo link oppure cliccando sul pulsante “Modulo per l’invio dell’Abstract” più in alto in questa pagina.

Gli articoli completi, nelle versioni definitive in inglese e nella lingua madre, revisionati secondo i suggerimenti derivati dalla procedura di review, devono essere editati secondo il “Template” (Modello editoriale) scaricabile dalla piattaforma SMC, e quindi inviati nei due formati “Word” e “Pdf” ai seguenti indirizzi:

smcmagazine@sustainablemediterraneanconstruction.eu

Per ogni informazione prego contattarci presso: 

smcmagazine@sustainablemediterraneanconstruction.eu

L’ultimo numero della Rivista
SMC N. 18 | 2023